martedì 21 marzo 2017

Beauty Routine di Marzo (Capelli, Corpo, Viso)


In questi giorni stavo pensando a che tipo di post scrivere e ho riflettuto ponendomi la seguente domanda: Quali sono gli articoli che ami di più leggere ultimamente delle altre blogger?
Ebbene la risposta è stata: la beauty routine del periodo, in particolar modo eco bio, ovvero cosa utilizzano le altre persone ogni giorno in un determinato periodo.
E così ho avuto l’ispirazione per questo post, a cui credo ne seguiranno molti altri :)
Vorrei quindi iniziare con la mia BR di marzo. Buona lettura!



Partiamo dai capelli, in questo momento sto alternando due shampoo e, leggendo la descrizione sugli effetti che hanno sulla mia chioma, capirete anche perché:

Il primo è: Vegetall Shampoo All'Henné di Phitofilos (Ravviva il colore dei capelli castano ramati e rossi) credo sia la 4° o 5° confezione che compro ormai perché avendo i capelli tinti di rosso è lo shampoo perfetto! Ravviva davvero il colore, donando, grazie alla Lawsonia Inermis (henné rosso) in esso contenuta in grandi quantità delle sfumature meravigliose, tanto che ogni volta che lo uso, mi chiedono sempre tutti se abbia appena rifatto la tinta. Quindi donne dai capelli rossi, non potete non averlo in casa!!!
Ma (sì, purtroppo c’è un ma… anzi due) mi secca molto la cute e, paradossalmente, quando lo uso, devo lavare i capelli dopo due giorni (e non dopo quattro come al solito).
Quindi io lo utilizzo soprattutto il venerdì quando voglio i capelli belli vivaci per il week end.
Voto: 10 i primi due giorni, 4 i giorni seguenti

Lo shampoo con cui alterno il Vegetall è: il Brown Sugar Shampoo di Uterkram, l’ho scoperto grazie a un’altra blogger, Luciana, che saluto. È spettacolare per come calma e cura il cuoio capelluto, davvero un toccasana e lo consiglio vivamente. Mi ci sto trovando bene, anche se tende un po’ a opacizzarmi i capelli. Lascia i capelli super puliti anche per quattro giorni.
Voto: 7/8

L’altro shampoo Phitofilos che si vede nella fotografia, invece, è il Vegetall Shampoo Camomilla e Rabarbaro (ravviva il colore dei capelli biondi e castano chiaro). Non ho i capelli bipolari, ma lo usa il mio compagno. Gliel’avevo preso l’anno scorso in estate, dato che lui ha i capelli castano chiaro che con il sole diventano in alcune ciocche quasi un biondo miele.
Gli lascia dei bei riflessi chiari e luminosi anche in inverno, solo che gli secca un po’ le lunghezze e, dato che lui non perde tempo a mettersi il balsamo, lo alterna ad altri molto poco eco bio!

Quel piccolino lì invece è una dolce mini size del Balsamo per Capelli con succo di Aloe da agricoltura Biologica della Ekos. Ne ho sentito parlar bene in ogni dove, soprattutto per l’ottimo rapporto qualità prezzo (tanto per dire la confezione da 250 ml costa circa €3!!!) e così, non amando per nulla i balsami ho voluto provarlo. Devo dire che è molto buono, ne basta poco, lascia i capelli morbidi e soprattutto, per me che li ho fini e dispettosi, evita la formazione di nodi. 
Ripeto, non amo i balsami, perché tendono a farmi sporcare di più i capelli, ma questo è da consigliare!
Voto: 7+



Eccoci al momento della doccia, che io faccio praticamente tutti i giorni perché odio “lavarmi a pezzi”!

Il primo prodotto è ovviamente una bagnoschiuma (che io utilizzo sia per la doccia che per il bagno) e in questo periodo sto usando il Bagnoschiuma Rilassante Arancio e Cannella di Tea Natura. L’avevo acquistato in inverno perché arancio e spezie sono aromi che adoro avere intorno (e addosso) durante la stagione fredda. Avevo però da terminarne prima altri due e così questo l’ho iniziato solo qualche settimana fa.
Avrei preferito una profumazione un po’ più forte, dato che praticamente non si sente :( Però lascia la pelle molto morbida, soprattutto se usato come bagnoschiuma.
Voto: 6/7

Questo è il periodo della coda di paglia pre costume… in fondo lo sappiamo… almeno io che sono sempre quella dell’ultimo minuto. Mi piaceva l’idea di un olio (odio fanghi, alghe, creme specifiche anti cellulite etc.) e cercavo qualcosa di comodo, rapido, drenante e rassodante. Non ho grandissimi problemi di inestetismi quindi volevo un mini restyling.
Qualche mese fa mi sono procurata questo: Olio da Massaggio Drenante ai Fiori d’Arancio di Green Energy Organics però ho iniziato a usarlo solo dai primi di marzo. Devo dire che mi piace tanto, oltre alla praticità, mi piacciono il profumo e la consistenza. Io lo applico la sera dopo la doccia e devo ammettere che gli effetti già un po’ si vedono: la pelle è più compatta e tonica.
Ripeto, lo sto usando da poco e non parto da una situazione tragica, però mi piace molto come risponde la mia pelle a questo prodottino.
Voto: 9

Questo burro non è eco bio, lo so, però per lui voglio fare una piccolissima eccezione, perché mi piace da morire. Si tratta del Burro Corpo Midnight Bakula di The Body Shop. Amo il suo profumo! Disperatamente! In Italia non si trova e ne avevo fatta larga scorta in Svizzera. Ora lo sto finendo e non so nemmeno se ci sia ancora in giro! Se ne vedete uno prendetelo e non pensateci più!
Idrata moltissimo, come tutti i burri di The Body Shop, ma io ho la pelle secca quindi mi piace molto l’effetto! Anche questo lo applico alla sera e mi rimane fino al giorno dopo, tutto profuma di questo fiore indiano notturno, anche il pigiama! Crea dipendenza.
Voto: 10 cum laude  (se non lo classifico come prodotto eco bio)



Infine arriviamo alla parte forse più importante la skin care del viso. Per chi ci legge da un po’ sarà una ripetizione, ma devo dire che io ho la pelle molto molto delicata, quindi se un prodotto mi crea fastidio lo devo eliminare o destinare ad altri usi (crema piedi!)
Vediamo come mi sto trovando con i prodotti in uso questo mese.

Per la detersione mattutina, non potendo chiaramente usare un sapone (sì lo so che ce ne sono di extra delicati, ma su di me sono tutti aggressivi e mi seccano troppo, soprattutto le guance!) ho voluto provare il Gel Visage Nettoyant all’idrolato di Fiordaliso di Marilou Bio.
Ora, a parte il packaging strepitoso che tutte le volte che lo uso mi fa tornare a quando ero una spumeggiante galletta ventenne, direi che è un prodottino che, senza infamia e senza lode, il suo dovere lo fa. Deterge. Fine. È un gel trasparente che non profuma e che a contatto con l’acqua non fa assolutamente nulla, ma pulisce, bene e senza aggredire. Quindi è ok.
Voto: 7

Ecco, ecco il prodotto che mi ha dato un colpo al cuore! Quando l’ho visto l’ho voluto subito, per colpa di quella maledettissima foglia di ginkgo biloba che mi trasmette calma zen e mi farebbe comprare qualsiasi cosa! Sto parlando dell’Acqua Micellare agli estratti di foglie di Ginkgo Giloba di Centifolia. Mi sembrava pura e amica e invece mi brucia gli angoli degli occhi accidenti a lei!!! Rimuove abbastanza bene il trucco… abbastanza, dopo ventimila passate, e brucia :( E adesso che ci faccio? A chi rifilo questo boccione?!
Voto: 4 (con ginkgogilobica tristezza :( )

La sera, dopo essermi infuocata gli occhi con la maledetta qua sopra (perchééé? io ti volevo bene!) per andare a nanna metto solo un filo di Siero Attivo anti-age di Latte & Luna. L’ho acquistato circa dieci giorni fa perché ne ho sentito parlare benissimo e devo ammettere che ne hanno tutte le ragioni!
È un ottimo prodotto, con un buon profumo, una consistenza oleosa ma non fastidiosa e lascia una bellissima sensazione su una zona molto fragile e delicata come appunto il contorno occhi. Io ne metto un velo leggerissimo su tutto il viso proprio per la pelle delicata che ho e al mattino l’effetto morbidezza e compattezza è davvero evidente!
Promosso!
Voto: 9

Ecco l’ultimo prodotto di cui parlerò oggi. Notoriamente il più difficile da azzeccare (e da amare) Dopo tutti questi anni di sbagli e di sfoghi (fisici e caratteriali :D ) ho imparato a non comprare mai una crema viso se prima non ne ho provato almeno un campione. Perché se no sono soldi buttati. E dato che le creme viso sono una delle cose più costose bisogna divenire sagge.
Tutto ciò per dire cosa? Che ho scoperto questa cremina grazie a un campioncino: Crema Viso Physalis & Fiori d'Arancio Bio Emulsione leggera lenitiva per la pelle sensibile di Delidea. Mi è piaciuta molto e così ne ho acquistato la full size.
La trovo perfetta per questo periodo, non più freddo, né ancora caldo. È una crema morbida che si stende volentieri e facilmente, ma che, una volta applicata, sparisce e lascia solo un senso di comfort e idratazione che dura per tutto il giorno. Non ho avuto problemi e continua a piacermi anche dopo un mese continuativo di utilizzo. Promossa, consigliata e sicuramente da ricomprare l’anno prossimo! Non costa nemmeno tantissimo, stiamo parlando di circa 10€ per 50 ml di una crema viso. Si trova anche da Tigotà e nei supermercati.
Voto: 9+

giovedì 2 febbraio 2017

Dabba - Idrolati - Power from the Forest


Quest’estate mi sono data alla pazza gioia con gli idrolati perché faceva davvero troppo caldo per la crema viso e quindi ho deciso di affidare unicamente a loro la mia idratazione giornaliera!
Ho continuato poi a utilizzarli anche in autunno e inverno inoltrato.



Li uso soprattutto in due momenti, uno su tutti alla sera dopo lo struccaggio. Dopo aver rimosso il trucco, ne metto un pochino su un dischetto di cotone per ripulire il viso dai residui di trucco e del detergente usato precedentemente e poi ne spruzzo un po’ direttamente sul viso. Lo lascio asciugare e poi applico, ma non sempre, una crema idratante per la notte.
L’altro utilizzo che ne faccio in questo periodo è durante il giorno, se sono a casa, dove, con il riscaldamento mi accorgo di avere la pelle del viso molto secca, soprattutto sulle guance. Con una sola spruzzata, a occhi chiusi, sento una piacevole sensazione che mi rimane fino a sera e il trucco non si rovina.

Gli idrolati migliori in assoluto che io abbia provato sinora sono senza dubbio quelli di Dabba, un’azienda lettone che ho scoperto grazie (o per colpa, visto che ormai sono una droga!) alle recensioni di altre blogger!
Ce ne sono di vari tipi: alle foglie di lampone selvatico, alla mela, all’achillea, alla camomilla, alle foglie di betulla, alla menta piperita, all’achillea e alla spirea.
Io li ho acquistati su questo sito.

Siccome sono curiosa e amo le mini taglie perché così si possono provare più prodotti, in estate ho ordinato il tris “Power from the Forest” che comprende 3 boccette di vetro dotate di spray di: idrolato di Erica (pelle normale), idrolato di foglie di Betulla (pelle grassa), e di foglie di Lampone Selvatico (pelle mista).

Nelle foto vedete solo due boccette perché la terza, quella di Erica, l’ho lasciata ai miei nonni che se ne sono innamorati!!! L’ho usata tantissimo in estate, tenendola in frigo, ottima, come dicevo prima per idratare e decongestionare la pelle del viso e del petto dall’afa che c’era! Quando mi hanno detto che soffrivano molto il caldo, soprattutto al viso, sentendomi sensibile all’emergenza del caldo per gli anziani, ho sacrificato la mezza boccetta restante e gliel’ho fatta trovare in frigo. Ne sono subito diventati dipendenti!

Adesso sto alternando le altre due. Quella alla betulla però la uso sempre direttamente sul viso e non la “spreco” per rimuovere il trucco perché fra le tre per me è la migliore. E notare che io non ho assolutamente la pelle grassa, anzi, la mia è secca e sensibile. Mi piace perché oltre a rinfrescare, dona alla pelle una bella compattezza e mi sembra che da quando uso con continuità le imperfezioni siano nettamente diminuite.

Un’altra cosa che ho adorato di questi idrolati è la leggerezza, sembra davvero di spruzzarsi addosso dell’acqua. Si assorbono super in fretta e non lasciano alcun senso di appiccicoso o di avere qualcosa di estraneo sulla pelle.


Che dire se non che li consiglio davvero a tutti (anziani accaldati compresi )

giovedì 8 settembre 2016

Omia Laboratories - Bagno Seta all'olio di Argan


Chi è entrato nel tunnel della cosmesi naturale lo sa... il nostro regno, il posto dove più ci sentiamo a nostro agio, dove possiamo scegliere con calma, guardare gli INCI senza fretta, trovare tutte le marche eco-bio (dalle più conosciute alle più esotiche) sono gli store online.
È un dato di fatto: quando ho bisogno di un po' di prodotti nuovi, faccio scorta online e mi godo profondamente il momento dello shopping. Scegliere, confrontare, provare nuovi brand, leggere recensioni, riempire il carrello... un rituale imprescindibile quando si parla di prodotti naturali.

Eppure, quest'estate qualcosa è andato storto.
Il giorno prima di partire per le vacanze al mare (ebbene sì, con la famosa traversata sul traghetto), mi sono resa conto di non avere bagnoschiuma, se non il campione che mi sono portata in nave. E allora ho fatto l'unica cosa che potevo: rivolgermi al SUPERMERCATO.

Questa lunga e ironica premessa per dirvi che, talvolta, anche nel supermercato sotto casa (nel mio caso una Conad), ci possono essere sorprese. Nonostante l'offerta piuttosto limitata di prodotti eco-bio, qualcosa c'era, e mi sono lasciata incuriosire dal bagnoschiuma Bagno Seta all'olio di Argan di Omia. A prima vista l'INCI non mi sembrava male e in effetti, anche dopo un'analisi più accurata, si è confermato essere più che discreto, a parte un allergene del profumo che viene classificato come "rosso" sul Biodizionario (tra l'altro tra le ultime posizioni).

Il bagnoschiuma si presenta abbastanza liquido e trasparente, ha un profumo davvero gradevole ma delicato. Io lo utilizzo con una spugna morbida e la quantità di schiuma è assolutamente soddisfacente, anche con poco prodotto. Questo dettaglio non è trascurabile, visto che molti prodotti concorrenti formano schiuma con molta difficoltà.

La cosa che però mi ha sorpresa maggiormente è l'effetto sulla mia pelle. Quando si testa un prodotto in una condizione di stress della pelle, dovuta al sole e all'acqua di mare, è sempre più complicato dare un giudizio preciso, perché anche il bagnoschiuma migliore può non rendere al massimo... e invece Omia mi ha stupita! Non solo dopo ogni doccia avevo la pelle morbida, ma anche a distanza di un mese dal mio rientro in città, non mi sono assolutamente "spelata" e il colorito è rimasto uniforme
Sarà merito anche del doposole e dell'applicazione costante della protezione solare, ma sicuramente anche il bagnoschiuma ha avuto un ruolo importante nel mantenimento della tintarella senza macchie o screpolature antiestetiche.

Adesso so che anche al supermercato si possono trovare prodotti validi, soprattutto se si ha un po' di dimestichezza con gli INCI (ma ormai, ragazze, dopo anni di blog anche voi sarete esperte!). In questo caso l'olio di Argan è in una buona posizione, dopo i tensioattivi, e probabilmente è l'ingrediente che dà idratazione alla pelle.
A proposito dell'olio di Argan sul sito dell'azienda scrivono che "proviene da agricoltura biologica certificata, estratto a freddo, senza solventi chimici e conferisce al preparato spiccate proprietà elasticizzanti e protettive nei confronti dei fattori di rischio esterni".

Insomma, sono soddisfatta e credo che ricomprerò questo prodotto, anche per il suo prezzo decisamente abbordabile di €4,25. 
Della stessa linea ho visto che vendono anche la crema mani... che sia il mio prossimo acquisto in vista della stagione fredda (purtroppo) incombente??

martedì 30 agosto 2016

Quick review – L’ Erboristica di Athena’s – Oro di Baobab / Acqua Micellare struccante


La mia esperienza: Avevo sentito parlare benissimo di questa nuova linea all’Oro di Baobab e mi ero ripromessa prima o poi di provarne qualche prodotto. Sfortuna/fortuna volle che avevo appena fatto un ordine su un eco store, quando il giorno dopo ho terminato l’acqua micellare che uso di solito in estate (io uso quella di Eau Thermale Jonzac per pelli sensibili, ne trovate la recensione completa qui http://vanillabeautylife.blogspot.it/2015/06/skin-care-eau-thermale-jonzac-acqua.html), al che sono corsa al Tigotà più vicino e senza esitazione ho preso questa, dato che l’avevo adocchiata già da un bel po’!
Io odio, odio, odio struccarmi, d’inverno ancora ancora, perché con latte e olio coccolo un po’ la pelle irritata dal freddo, ma d’estate voglio qualcosa di rapido, pulito ed efficace perché non voglio metterci più di 2 minuti! Da quando ho scoperto le acque micellari l’anno scorso, da maggio a settembre utilizzo solo quelle!!! Dunque io trucco principalmente gli occhi, quindi se un prodotto non strucca bene gli occhi, per me può anche finire regalato o come detergente per pulire il lavandino. Questa acqua micellare mi piace da matti! Ha un erogatore comodissimo, su di me bastano due erogazioni sul dischetto di cotone naturale per togliere ombretto, eye liner, kajal e mascara. Poi uso il retro del dischetto (che rimane comunque umido perché l’acqua vi penetra attraverso) per dare una pulita finale generale a tutto il viso. Non sarebbe necessario il risciacquo (confermo perché lascia la pelle ottimamente pulita e idratata e senza appesantire o appiccicare!) ma io preferisco sempre dare un’ultima passata al viso con acqua fresca tutte le sere!
Consigliata! Devo dire che finora i prodotti Athena’s provati sono davvero tutti molto validi, hanno un prezzo accessibile e si possono reperire facilmente nei supermercati e nei negozi tipo Tigotà e Acqua&Sapone.

Pregi: efficace, pratica, di rapidissimo uso, lascia una bella pelle
Difetti: non ne ho riscontrati!
Costo: nei supermercati e profumerie costa circa €6/7 (sono 200ml)
Lo ricompreresti? Sì, assolutamente!
Voto: 9+